AGEVOLAZIONI ACQUA

AGEVOLAZIONI ACQUA

Ufficio: Ufficio Sociale
Referente: Dott.ssa Simona Balderi
Responsabile: Dott.ssa Barbara Degl'Innocenti
Indirizzo: Piazzale della Resistenza - 50018 Scandicci (FI)
Tel: 055/7591220
E-mail: s.balderi@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Lunedì e martedì mattina ore 09,00 - 13,00 previo appuntamento attraverso Punto Comune

Descrizione

L'agevolazione prevede il riconoscimento di una riduzione sulla bolletta per la fornitura del servizio idrico integrato a nuclei familiari in difficoltà economiche.
L'agevolazione consiste in un contributo pari ad un consumo massimo di 20 metri cubi annui per componente del nucleo familiare ed è erogata mediante rimborso in bolletta.
AGEVOLAZIONI TARIFFARIE SULLE BOLLETTE DELL'ACQUA - ANNO ......(indicare l'anno di riferimento)
 

Modalità di richiesta

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti distribuiti presso Punto Comune o presso l’Ufficio Sociale o scaricabili dal sito del Comune nello spazio "Bacheca"
Le domane di partecipazione dovranno essere presentate secondo quanto sarà concordato con L'Autorità Idrica Toscana

Requisiti del richiedente

A partire dall’annualità 2018 è stato istituito il Bonus Idrico Nazionale che prevede il ricorso ai medesimi criteri già previsti per i settori energetici per la disciplina delle condizioni di disagio economico sociale per l’individuazione dei soggetti beneficiari (Sistema SGATE). E' stato inoltre istituito il Bonus Idrico Integrativo che consente l'applicazione di  agevolazioni migliorative operanti su base locale. I requisiti di accesso a tale beneficio sono i seguenti:

1 - Residenza nel Comune di Scandicci;
2 - Titolarità di fornitura domestica individuale e residenza presso l’indirizzo della fornitura;  nel caso di utenze aggregate (es. condominiali o gestite da società di lettura) residenza presso il corrispondente indirizzo di fornitura; non sono ammessi al beneficio gli inquilini che sostengono la fornitura dell'acqua intestata al locatore/comodante relativamente all'abitazione in cui gli inquilini  hanno la residenza;
3 - Possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE Ordinario), in corso di validità, del nucleo familiare, calcolato ai sensi del DPCM 159/2013 e ss.mm..ii. non superiore ad € 20.000,00;

Documentazione da presentare

Dovrà essere presentata la seguente documentazione:

- Fotocopia documento di identità;                                                                                                     - Fotocopia permesso di soggiorno;
- Fotocopia Attestazione ISEE;
- Fotocopia di una  fattura dell'utenza idrica domestica relativa all'anno 2017;
- in caso di utenza indiretta, il richiedente dovrà presentare attestazione dell'Amministratore del condominio indicante la spesa annua 2017 a carico del richiedente e il suo avvenuto pagamento e copia di almeno una fattura;
- documento di identità dell'amministratore (in caso di utenza condominiale)
Per tutte le informazioni consultare il bando.

Tempi

Le domande potranno essere presentate a partire dal 15/06/2018 e fino al 15/09/2018.

Tali domande verranno istruite dall'Ufficio Sociale e verrà redatta apposita graduatoria che sarà inviata all'Autorità Idrica Toscana. Provvederà poi tale Autorità a far applicare le agevolazioni direttamente in bolletta.

Modalità di fruizione

La misura del contributo, riferito a ciascun richiedente, è stabilita secondo le seguenti fasce Isee:
a) rimborso pari all’80% dell’importo dovuto nel 2017 (in base alle indicazioni del gestore), per Isee tra € 0,00 e € 8.107,50, considerato che tale rimborso, sommato al bonus idrico nazionale, non potrà comunque essere superiore all’importo dovuto;
b) rimborso pari al 60% dell’importo dovuto nel 2017 (in base alle indicazioni del gestore) per Isee tra € 8.108,50 e € 16.500,00;
c) Rimborso pari al 40% dell’importo dovuto nel 2017 (in base alle indicazioni del gestore) per Isee tra € 16.501,00 e € 20.000,00.
La misura minima dell’agevolazione erogabile alle singole utenze aventi diritto non dovrà essere inferiore ad 1/3 dell’importo dovuto dall’utente al gestore nel 2017, al lordo degli eventuali contributi assegnati in tale anno.
Il contributo erogato non potrà eccedere il valore della spesa idrica relativa al 2017, diminuita dell’importo del massimo del bonus sociale idrico nazionale, al lordo degli eventuali contributi assegnati in tale anno. Nel caso di incapienza delle risorse assegnate a ciascun Comune, rispetto all’ammontare dei benefici concedibili, si potrà procedere ad una decurtazione proporzionale di tutti i contributi assegnati, a partire dalla fascia Isee più alta (da € 16.501,00 a € 20.000,00).
Nel caso di utilizzo parziale delle risorse assegnate a ciascun Comune, rispetto all’ammontare dei benefici richiesti, si procederà ad incrementare proporzionalmente il contributo previsto per ciascun richiedente, fino a concorrenza delle maggiori risorse disponibili, seppure nei limiti della somma effettivamente spesa dall’utente (al netto del bonus idrico nazionale), a partire dai beneficiari collocati nella prima fascia Isee (da € 0,00 a € 8.107,50).

Normativa di riferimento

Deliberazione Autorità Idrica Toscana (AIT) n. 5 del 17/02/2016

Decreto Autorità Idrica Toscana (AIT) n. 26 del 12/06/2017

Deliberazione Autorità Idrica Toscana n. 12 del 27/04/2018

Deliberazioni ARERA 897/2017 e   227/2018 

Determinazione dirigenziale n. 64 del 07/06/2018

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *