Bando Assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica

Bando Assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica

Ufficio: Ufficio Casa - Settore Entrate, Attività economiche, Casa, Sport e Servizi Amministrativiorse e Innovazione
Referente: Dott.ssa Barbara degl'Innocenti
Responsabile: Tiziana Agnoloni
Indirizzo: P.le della Resistenza - 50018 Scandicci
Tel: 055055
Fax: 055 7591434
E-mail: uffcasa@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Martedì e Venerdì dalle 8:30 alle 12:00; Giovedì dalle 15:00 alle 18:00 su appuntamento

Descrizione

Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, o case popolari, sono abitazioni di proprietà pubblica che sono concessi in affitto a canone sopportabile o moderato a persone singole o a famiglie in condizione disagiata. L’assegnazione, la gestione e la determinazione del canone di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono regolati dalla Legge regionale n. 96 del 1996 e sue modifiche ed integrazioni.
E’ Possibile presentare domanda solo durante il periodo di apertura del bando di assegnazione. I moduli di domanda possono essere ritirati presso L’Ufficio Relazioni con il Pubblico o presso L’Ufficio Casa e dovranno essere riconsegnati presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico entro la scadenza stabilita.
I bandi generali di concorso sono aperti a tutti i cittadini in possesso dei requisiti previsti dalla normativa regionale in materia di Edilizia residenziale pubblica. Nel modulo di domanda sono indicati i requisiti di partecipazione e le condizioni per l’attribuzione dei punteggi secondo le indicazioni fornite dalla Regione.
L’Amministrazione comunale cura l’istruttoria delle domande e provvede ad attribuire un punteggio sulla base della situazione documentata dall’interessato. L’assegnazione degli alloggi compete all’Amministrazione Comunale previa verifica della permanenza dei requisiti. Il residente e i componenti del nucleo familiare devono possedere i requisiti al momento della presentazione della domanda e dell’eventuale assegnazione.
E’ possibile rivolgersi per ulteriori informazioni all’Ufficio Casa, previo appuntamento o agli sportelli dei sindacati degli inquilini.

Modalità di richiesta

La presentazione delle domande è possibile SOLO NEL PERIODO DI APERTURA DEI BANDI, che vengono affissi in diversi luoghi pubblici di Scandicci.
L'ultimo Bando Generale Pubblicato 11/09/2017.

Non uscirà un nuovo Bando prima di due anni.

 

 

Requisiti del richiedente

Nel modulo sono indicati i requisiti di partecipazione e le condizioni per l'attribuzione dei punteggi secondo le indicazioni fornite dalla Regione.
L'Amministrazione comunale cura l'istruttoria delle domande e provvede ad attribuire un punteggio sulla base della situazione documentata dall'interessato. L'assegnazione degli alloggi compete all'Amministrazione Comunale previa verifica della permanenza dei requisiti.
I requisiti sono indicati specificatamente nel bando di concorso. E' possibile tuttavia sintetizzarli nel modo seguente:
· cittadinanza italiana o di uno stato aderente all'Unione europea; i cittadini stranieri hanno diritto di accesso secondo quanto previsto dalle disposizioni statali che regolano la materia, ovvero:
a. possesso di permesso CE per soggiornanti di lungo periodo;
b. possesso di permesso di soggiorno con validità almeno biennale e svolgimento di regolare attività lavorativa;
· residenza anagrafica o attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nel comune di Scandicci e nell'ambito territoriale regionale da almeno cinque anni;
· situazione economica equivalente “ISEE” non superiore alla soglia di euro 16.500,00;
· assenza di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili ad uso abitativo ubicati nel territorio italiano o all'estero. assenza di titolarità da parte dei componenti il nucleo familiare di beni mobili registrati il cui valore complessivo sia superiore a euro 25.000,00 ad eccezione dei casi in cui tale valore risulti superiore al suddetto limite per l'accertata necessità di utilizzo di tali beni per lo svolgimento della propria attività lavorativa;
· assenza di precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di alloggi realizzati con contributi pubblici o finanziamenti agevolati concessi per l'acquisto in qualunque forma dallo Stato, dalla Regione, dagli enti territoriali o da altri enti pubblici, con esclusione dei casi in cui l'alloggio sia inutilizzabile o perito senza dare luogo al risarcimento del danno;
· assenza di dichiarazione di annullamento dell'assegnazione o di dichiarazione di decadenza dall'assegnazione di un alloggio di ERP per i casi previsti all'articolo 35, comma 2, lettere b), c), d) ed e), salvo che il debito conseguente a morosità sia stato estinto prima della presentazione della domanda;
· assenza di attuale occupazione abusiva di alloggi di ERP senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, nonché di occupazioni non autorizzate secondo quanto disposto dalla normativa in materia, nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda.

Costi

Il costo relativo alla partecipazione al bando di concorso deve intendersi variabile a seconda del tipo di situazione in cui si trova il richiedente e si può comporre di più voci:

  • Marca da Bollo, da apporre sulla domanda.

Tempi

E’ POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA SOLTANTO NEI TERMINI DI TEMPO PREVISTI DALL’APPOSITO BANDO PERIODICO.

 

 

 

 

 

Normativa di riferimento

  • Legge Regionale n°96 del 20.12.1996 come modificata dalla L.R. 41/2015.
  • Bando generale di concorso per l’assegnazione di alloggi di E.R.P. – Anno 2017.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *