Buoni Scuola. Sostegno frequenza scuole infanzia paritarie a.s. 2018/2019.

Buoni Scuola. Sostegno frequenza scuole infanzia paritarie a.s. 2018/2019.

Ufficio: Servizi Educativi
Referente: Dott. A. Citano
Responsabile: Dott.ssa Barbara Degl'Innocenti
Indirizzo: P.zza Matteotti, 31 -La Fabbrica dei Saperi -
Tel: 055 055
E-mail: p.macchinelli@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Riceve su appuntamento

Descrizione

Il "buono scuola" a.s. 2018/2019 è un contributo regionale  finalizzato al sostegno alle famiglie per la frequenza dei bambini (3-6 anni) delle scuole dell'infanzia paritarie private. Il buono scuola è riconosciuto attraverso il rimborso del costo effettivamente sostenuto dalle famiglie  per le rette applicate dai soggetti titolari/gestori delle scuole dell'infanzia paritaria privata. Non sono soggette a rimborso le spese di iscrizione e di refezione scolastica.

Modalità di richiesta

Domanda specifica di richiesta assegnazione buono scuola a.s. 2018/2019.

Requisiti del richiedente

Genitori o tutori di bambini(3 - 6 anni)  che  frequentano una  della scuola infanzia  paritaria privata convenzionata  nel Comune di Scandicci che abbiano un  ISEE MINORI/2019 non superiore a € 30.000,00.

I richiedenti  non devono beneficiare di altri rimborsi o sovvenzioni economiche o azioni di supporto erogate allo stesso titolo di importo tale da superare la spesa complessivamente sostenuta.

Documentazione da presentare

Nessuna documentazione oltre alla Domanda.

Iter procedura

La Regione Toscana assegna i contribuiti ai Comuni in base alla graduatoria comunale dei richiedenti dei buoni scuola, con i requisiti necessari previsi dall'apposito Avviso. Successivamente i Comuni approvano una seconda graduatoria dei beneficiari con l'indicazione dell'importo totale assegnato. Le amministrazioni comunali  effettueranno i controlli sulle fatture/ricevute emesse dai soggetti gestori delle scuole nei confronti degli assegnatari dei buoni scuola e sulle relative quietanze (limitatamente alla documentazione per i quali viene richiesto il rimborso). Ad esito positivo di tali controlli i Comuni erogano le risorse ai beneficiari.

Tempi

Il rimborso sarà effettuato ad assegnazione ed erogazione delle risorse regionali ai Comuni..

Modalità di fruizione

Tramite rimborso ai beneficiari da parte del Comune.

Normativa di riferimento

Decreto Dirigenziale Regione Toscana n. 1880 del 12/02/2019.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *