Fondo di Solidarietà

Fondo di Solidarietà

Ufficio: Sociale
Referente: Dott. ssa Simona Balderi
Responsabile: Dott.ssa Barbara Degl'Innocenti
Indirizzo: P.zzale della Resistenza, 50018 Scandicci
Tel: Simona Balderi 0557591257
E-mail: s.balderi@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Per sosteno nella compilazione della domanda appuntamento attraverso Punto Comune : Lunedì e Martedì 8.00-13.00.

Modalità di richiesta

Tramite domanda scaribile dal sito  o acquisibile  presso il Punto Comune  del Comune di Scandicci.

Requisiti del richiedente

I requisiti per l’accesso al Fondo di Solidarietà sono i seguenti:
1) residenza nel Comune di Scandicci;
2) presenza di almeno uno dei successivi requisiti familiari:
a) nuclei con un componente disoccupato da non più di 18 mesi o iscritto nelle liste di disoccupazione da oltre 18 mesi;
ovvero la possibilità di estensione fini ad un importo pari a 1/3 dello stanziamento del Fondo nell’annualità 2018 in presenza di:
b) nuclei con un componente di età superiore a 65 anni che deve sostenere una spesa straordinaria medica o di manutenzione della prima casa;
c)  nuclei monogenitoriali (in seguito ad un atto di  separazione legale o alla mancanza di uno dei due genitori) in arretrato nel pagamento di una o più delle tipologie delle spese successivamente elencate;
3) presenza dei successivi requisiti economici:
a) possesso di una Attestazione Isee in corso di validità (ordinaria o corrente, per minori in caso di nuclei monogenitoriali) pari o inferiore a € 10.000,00;
b) un patrimonio mobiliare non superiore a € 5.000,00;
c) un patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, di importo inferiore o uguale a € 20.000,00.

Documentazione da presentare

 Attestazione I.S.E.E.

Iscrizione nelle liste di disoccupazione e relativo storico del Centro per l'impiego

Documentazione attestante le spese sostenute o non pagate a causa della crisi

Documento d'identità

Codice iban su cui versare l'eventuale contributo

Preventivo spese straordinarie (spese mediche o di manutenzione straordinaria prima casa)

 In caso di richiesta contribuio affitto, si richiede inoltre:

- Copia contratto affitto

- Ultima ricevuta pagamento affitto

- Dati del Proprietario e IBAN del conto corrente del proprietario (da indicare sul modulo della domanda)

In caso di richiesta contributo per spese condominiali, si richiede inoltre:

- prospetto dell'amministratore condominiale delle spese arretrare

- dati dell'amministratore condominiale e Codice Iban del Condominio.

 

 

Iter procedura

Le domande verranno valutate da apposita commissione. Il contributo massimo erogato sarà di € 2.000,00 e sarà finalizzato al rimborso delle seguenti spese:

- arretrati affitto (da pagare al proprietario/ Casa SpA);
- ratei mutuo per la prima casa;
- caparra per nuovo affitto (da pagare al proprietario del nuovo alloggio);
- spese condominiali arretrate (dell’anno in scorso se spese straordinarie – solo di anni precedenti se spese ordinarie – da pagare ad amministratore di condominio);
- utenze di luce, gas e acqua non saldate;
- arretrati rette servizi educati e mensa scolastica (da compensare con mancate entrate);
- spese straordinarie (quali: spese mediche e spese di manutenzione straordinaria della prima casa- da pagare direttamente al beneficiario del contributo);

Normativa di riferimento

Deliberazione Giunta Comunale n. 137/2012

Delibera Giunta Comunale n. 158 del 13/10/2015

Deliberazione Giunta Comunale n. 78 del 22/05/2018

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *