Regolarizzazione catastale di strade pubbliche ricadenti in aree rimaste nella titolarità di privati (L. 448/1998)

Regolarizzazione catastale di strade pubbliche ricadenti in aree rimaste nella titolarità di privati (L. 448/1998)

Ufficio: Servizio Patrimonio immobiliare ed Espropri
Referente: Geom. Marco Frulloni
Responsabile: Ing. Paolo Calastrini
Indirizzo: Piazzale della Resistenza - 50018 Scandicci (II piano - stanza 73 - Palazzo Comunale)
Tel: 0557591 - 417 (M.Frulloni) - 467 (R.Basilico) - 392 (N.Titone)
Fax: 055 7591320
E-mail: uffpatrimonio@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: su appuntamento Mercoledì ore 8:30/13:00 - Martedì e Giovedì 15:00/18:00

Modalità di richiesta

La procedura viene periodicamente avviata d'ufficio senza che sia necessaria alcuna istanza da parte dei proprietari. E’ tuttavia possibile inoltrare specifico consenso all’adozione del provvedimento di acquisizione gratuita dell’area al demanio stradale comunale da parte dell’attuale/i proprietario/i pro-quota della stessa compilando il modello di dichiarazione sostitutiva d’atto di notorietà reperibile nella sezione 'modulistica'.

Requisiti del richiedente

Essere proprietario (o comproprietario pro-quota) di area utilizzata da oltre venti anni come viabilità pubblica.

Documentazione da presentare

· Consenso per l’acquisizione gratuita al demanio comunale compilato in ogni sua parte come da modello reperibile nella sezione 'modulistica'.
· Copia documento d’identità.

Iter procedura

In ambito catastale alcune strade comunali, benché occupate da sedi viarie da oltre venti anni, risultano ancora intestate a privati. La disposizione normativa contenuta nell’art.31, comma 21, della Legge n.448/1998 prevede che: “... in sede di revisione catastale è data facoltà agli enti locali, con proprio provvedimento, di disporre l’accorpamento al demanio stradale delle porzioni di terreno utilizzate ad uso pubblico, ininterrottamente da oltre vent’anni, previa acquisizione del consenso da parte degli attuali proprietari ”. Il comma 22 del medesimo articolo dispone che: “... la registrazione e la trascrizione del provvedimento di cui al comma 21 avvengono a titolo gratuito”.
Affinchè possa essere avviata la procedura è necessario che la porzione destinata a strada sia esattamente individuata al Catasto e che gli intestatari catastali compilino in ogni sua parte il modello di consenso e lo inoltrino al protocollo di questo Comune. Trattandosi di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, si richiede di verificare attentamente quanto compilato, con particolare riferimento ai dati anagrafici ed alla dichiarazione dell’atto di possesso.

Costi

Non sono previsti costi da sostenere .

Normativa di riferimento

Legge n. 448 del 23 dicembre 1998 (commi da 21 a 22 dell'art. 31).
D.P.R. n.445 del 28 dicembre 2000 (art. 47).

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *