TARI - Agevolazioni

TARI - Agevolazioni

Ufficio: Entrate e Fiscalità Locale
Referente: Dott.ssa Simona Stondei
Indirizzo: P.le della Resistenza - 50018 Scandicci ( I piano - Palazzo Comunale )
Tel: 055.7591224
Fax: 055.7591433
E-mail: ufficiotributi@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Lunedì, Venerdì (dalle 8.30 alle 12.30) Giovedì (dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30) solo su appuntamento

Modalità di richiesta

 

Le agevolazioni descritte verranno concesse previa istanza del contribuente, opportunamente documentata, da presentare entro e non oltre il 30 GIUGNO 2019 ( prorogato al 1 luglio 2019).

Con riferimento alla categoria dei pensionati l'istanza dovrà essere presentata nuovamente solo nel caso di variazioni rispetto alla dichiarazione precedente. Rimane comunque l’obbligo di comunicare qualsiasi variazione di reddito o di nucleo familiare o di situazione atta a far perdere il diritto all’agevolazione entro e non oltre il 30 giugno 2019.

La concessione delle agevolazioni sarà stabilita dall'amministrazione comunale con proprio atto da comunicare all'interessato e al soggetto affidatario del servizio di gestione.

 

Requisiti del richiedente

A decorrere dal 1 gennaio 2014 è stata istituita, ai sensi dell'articolo 1 della L. 27.12.2013 n. 147, quale componente dell’Imposta Unica Comunale, la Tassa sui rifiuti (TARI) che sostituisce il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi ( TARES ).

AGEVOLAZIONI

Ai sensi dell'art. 16 del Regolamento Comunale per l'applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI), approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 60 del 23.07.2014 e modificato con deliberazioni n. 64 del 20.05.2015, n. 43 del 28.04.2016 e n. 41 del 31.03.2017, sono agevolati nell'applicazione del tributo:

a) pensionati ultra sessantenni con reddito familiare pro-capite derivante da sola pensione, di importo annuo pari o inferiore a quello di un trattamento minimo più le eventuali maggiorazioni previste dalla normativa pro tempore vigente per ciascun soggetto, titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento o di contratto di affitto nell'intero territorio nazionale della sola abitazione principale e relativa pertinenza, nella misura del 50% della parte fissa e della parte variabile della tariffa, con esclusione degli immobili di categoria catastale A1, A8, A9. Da tale agevolazione sono quindi esclusi coloro che percepiscono redditi di qualsiasi altra natura. Per nucleo familiare si intende quello costituito dai soggetti risultanti dalle certificazioni anagrafiche.

b) utenze domestiche nel cui nucleo familiare (risultante dalle certificazioni anagrafiche) è presente un soggetto portatore di handicap grave certificato oppure di soggetto con invalidità del 100%, ivi compresi i ciechi civili, a condizione che lo stesso non sia ricoverato in istituto. L'agevolazione sarà determinata con riferimento al sistema ISEE secondo lo schema sotto riportato:
- utenze domestiche con reddito ISEE da 0,00 Euro a 5.500,00 Euro riduzione del 50%
- utenze domestiche con reddito ISEE da 5.501,00 Euro a 8.000,00 Euro riduzione del 40%
- utenze domestiche con reddito ISEE da 8.001,00 Euro a 9.500,00 Euro riduzione del 30%
- utenze domestiche con reddito ISEE da 9.501,00 Euro a 11.500,00 Euro riduzione del 20%
e sarà applicata sulla parte variabile della tariffa.

Le agevolazioni sopra descritte non potranno superare il 70% del tributo dovuto per l'anno di competenza, ivi incluse le altre riduzioni fruite ai sensi del regolamento.

Documentazione da presentare

Deve essere presentato il modulo per la richiesta dell' agevolazione predisposto dall'ufficio compilato in ogni parte e completo degli allegati richiesti. Il modulo è disponibile anche in formato cartaceo presso il Servizio Entrate e Fiscalità locale.

Per le utenze con la presenza tra gli occupanti di soggetti portatori di handicap grave certificato oppure con invalidità del 100%, ivi compresi i ciechi civili, al modulo per la richiesta dovrà essere allegata la documentazione che attesti le condizioni sopra riportate.

L'istanza potrà essere presentata presso il Punto Comune posto al piano primo del Palazzo Comunale nell'orario di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.30, sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.30; oppure inviata a mezzo servizio postale mediante raccomandata o trasmessa per posta certificata.

 

 

 

Normativa di riferimento

• Legge 147/2013 art. 1 e successive modifiche ed integrazioni e D.L. 06.03.2014 n. 16 convertito in legge con modificazioni dall’art. 1 comma 1 L. 02.05.2014 n. 68;
• Decreto Presidente della Repubblica del 27.04.1999, n. 158
• Regolamento Comunale per l'applicazione della tassa sui rifiuti, approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale del 23.07.2014, n. 60 e modificato con deliberazioni n. 64 del 20.05.2015, n. 43 del  28.04.2016 e n. 41 del 31.03.2017.         .

 

 

Reclami ricorsi opposizioni

Per informazioni di carattere tecnico o amministrativo o per eventuali reclami o suggerimenti, inoltrabili per posta, per fax e consegna al protocollo , è a disposizione il personale del Servizio Entrate nell'orario di ricevimento al pubblico. Eventuali ricorsi possono essere inoltrati al giudice  amministrativo (T.A.R.) o in alternativa al Presidente della Repubblica per quanto riguarda gli atti amministrativi, e alla Commissione Tributaria di Firenze per quanto riguarda i provvedimenti tributari.

 

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *