Aree gravemente compromesse o degradate ai fini paesaggistici.

Avviso ai Professionisti.

A partire dal 2 settembre u.s., a seguito della pubblicazione sul Bollettino Regionale (BURT), sono entrate in vigore le due varianti urbanistiche (al Piano Strutturale e al Piano Operativo) con le quali è stata recepita l'individuazione delle "aree gravemente compromesse o degradate" ai fini paesaggistici, recentemente operata dal P.I.T./ Piano Paesaggistico Regionale su proposta del Comune di Scandicci.

La perimetrazione delle "aree gravemente compromesse o degradate" ricadenti nel territorio di Scandicci è riportata nella Tav. Pae 2 del Piano Strutturale.

 In estrema sintesi, all'interno di queste aree paesaggisticamente vincolate si è venuta a determinare una sorta di parziale "attenuazione del vincolo", consistente nell'esclusione dall'autorizzazione paesaggistica di un repertorio di "opere e interventi di modesta rilevanza", dettagliatamente definito dall'Allegato 9 al P.I.T./P.P.R..

In concreto, a partire dal 02.09.2020 nelle "aree gravemente compromesse o degradate" vigono ulteriori esclusioni dall'autorizzazione paesaggistica rispetto alle fattispecie di intervento già escluse dall'autorizzazione, repertoriate nell'Allegato A al DPR 31/2017. Per tali tipologie di intervento non sarà quindi necessario (salvo casi dubbi per i quali si ritenga utile un inoltro 'prudenziale') presentare istanza di autorizzazione paesaggistica prima di procedere con gli adempimenti di natura edilizia (richiesta di Permesso di costruire, SCIA, o CILA, secondo i casi). Eventuali richieste di autorizzazione paesaggistica riferite ad interventi non più soggetti a tale adempimento (in quanto compresi nelle fattispecie di cui all'Allegato 9 e ricadenti nel perimetro delle "aree gravemente compromesse o degradate") saranno ovviamente archiviate.  

Occorre comunque precisare che gli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica, ai sensi del citato Allegato 9, devono comunque rispettare le "prescrizioni d'uso" (norme di corretta progettazione) dettate dal P.I.T./P.P.R., espressamente recepite nell'art. 6 dell'Allegato B alle Norme per l'Attuazione del Piano Operativo.  

Il personale tecnico del Settore 4 'Governo del Territorio' è comunque a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Di seguito un video esplicativo della disciplina delle Aree compromesse e degradate ai fini paesaggistici.

Video

Ultimo aggiornamento: Lun, 31/01/2022 - 12:39