Provvedimenti per ridurre le Pm10, fino al 31.3 divieto di accendere fuochi all’aperto

Un cartello di divieto di accendere fuochi

La disposizione è contenuta nell’ordinanza del Sindaco relativa al primo modulo di “Provvedimenti urgenti per la riduzione del rischio di superamento dei valori limite per il parametro polveri sottili Pm10”.

Divieto di accendere fuochi all’aperto e di bruciare sfalci, potature, residui vegetali e altro su tutto il territorio comunale fino al 31 marzo prossimi (dal 1 novembre scorso). La disposizione è contenuta nell’ordinanza del Sindaco relativa al primo modulo di “Provvedimenti urgenti per la riduzione del rischio di superamento dei valori limite per il parametro polveri sottili Pm10”. Con l’atto viene anche invitata la cittadinanza a non utilizzare legna in caminetti aperti e in stufe, a meno che non siano l’unica fonte di riscaldamento o siano inseriti in un processo di produzione, oltre a contenere i consumi energetici nella gestione degli impianti di riscaldamento, e a utilizzare il più possibile mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti per gli spostamenti. L’ordinanza richiama anche l’obbligo di rispettare le disposizioni del Codice della Strada relative alla necessità di spegnimento dei motori dei veicoli in sosta.