Dpcm 18 ottobre 2020, ecco le principali misure per il contenimento del covid 19

La misure del Dpcm 18 ottobre nella sintesi di Anci Toscana

Il nuovo Decreto ha validità fino al prossimo 13 novembre.

Si riportano di seguito i provvedimenti essenziali contenuti nel Decreto in vigore da lunedì 19 ottobre 2020 (sintesi di Anci Toscana).

ASSEMBRAMENTI
Dopo le 21 potranno essere chiuse al pubblico strade e piazze dove si creano assembramenti. Potrà accedere solo chi deve raggiungere attività commerciali o case private

RISTORAZIONE
Bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie possono restare aperti fino alle 24 se il consumo avviene ai tavoli; fino alle 18 se non ci sono posti a sedere Non si devono superare i sei posti per tavolo
L’asporto è possibile fino alle 24
Le consegne a domicilio sono libere
I ristoratori devono affiggere il regolamento ben visibile
I servizi di ristorazione in autostrade, ospedali e aeroporti sono liberi.

SCUOLA
Le scuole restano aperte
Le superiori possono modulare gli orari: ingressi non prima delle 9 e turni pomeridiani
La didattica a distanza è possibile in caso di criticità, con comunicazione al Ministero dell’Istruzione

SPORT DI CONTATTO
Consentiti in forma individuale l’attività dilettantistica di base, le scuole e l’avviamento; vietate gare e competizioni, salvo quelle di interesse nazionale e regionale.
Vietate tutte le gare, le competizioni e le attività aventi carattere ludico-amatoriale

SAGRE
Vietate sagre e fiere locali
Consentite manifestazioni fieristiche a carattere nazionale o internazionale

CONVEGNI
Convegni e congressi sono vietati, a meno che non si svolgano a distanza

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Sarà varato un provvedimento specifico per incrementare lo smartworking
Tutte le riunioni devono tenersi a distanza

PALESTRE E PISCINE
C’è una settimana per adeguare i protocolli di sicurezza; altrimenti sarà prevista la chiusura

SALE GIOCHI
Le sale bingo, sale scommesse e sale gioco devono chiudere alle 21